Il lavoro in banca è diventato uno dei più stressanti

Budget isterici, obiettivi che senti come irraggiungibili, tempo sempre più ridotto all’osso, gestione di clienti difficili, capi insopportabili e colleghi particolari che non collaborano. Tutto questo sta rendendo il lavoro in banca tra i più stressanti. E non lo dico solo io: studi e ricerche pubblicate sulle maggiori testate nazionali lo confermano.

Pressioni commerciali

La necessità di raggiungere “obiettivi sfidanti” spesso non si sposa con l’efficacia del tuo attuale modo di lavorare ed è per questo che non riesci ad arrivare al risultato senza fare troppa fatica.

Sei in una situazione paradossale: devi aumentare la produttività, ma usi strumenti di vendita datati. Sei in un mondo nuovo ma usi strumenti di relazione obsoleti. Il vecchio metodo purtroppo non basta più. È la formazione che ti viene data in aiuto è quasi imbarazzante.

Il paradosso è proprio questo: maggiori sono le difficoltà nel raggiungere i budget e minore è la formazione ricevuta. Ormai i corsi che ti può dare la tua azienda sono quasi esclusivamente on line, ma non bastano. Quando si tratta di lavorare sul saper essere e, ancor di più, sul saper fare comunicazione in modo nuovo l’interazione dal vivo con il docente e con gli altri partecipanti è uno dei tre elementi che fanno la differenza. Un valore che le aule virtuali non ti possono dare, ma è ciò che fa la differenza per risolvere il problema delle pressioni commerciali.

Mancanza di tempo

La mancanza di tempo è uno dei primi tre fattori di stress per chi lavora in banca e alimenta la “chimica velenosa” (cortisolo e adrenalina) che ti impedisce di avere lucidità e ottimi risultati. Più ti affanni a cercare di non perdere tempo, più s’innesta l’ansia…e così si alimenta un circolo vizioso senza fine.

Sono in molti ad avere questo problema ma pochi sanno come fare per cambiare.

Non si può produrre tanto e bene se l’organizzazione del lavoro è sempre in emergenza, il tempo scarseggia e le cose vengono chieste “oggi per ieri”.

Persone difficili

Ogni giorno devi necessariamente convincere clienti “difficili”, devi tenere a bada capi esigenti, e avere a che fare con colleghi non sempre collaborativi. Questo ti porta ad un inevitabile dispendio di energie; che bello sarebbe convincerli tutti!

Per riemergere da questa difficoltà prova a farti questa domanda: sulla base di quali emozioni decide ed agisce la persona che ho di fronte? La possibilità di avere una “mappa” che spiega i comportamenti umani svela alle persone la via per liberarsi dalla frustrazione di dover aver a che fare con persone che non si riesce a “gestire”.

Per questo ho approfondito le ricerche in diverse discipline per realizzare uno strumento unico pensato appositamente per sviluppare l’efficacia commerciale di chi lavora in banca, con etica e nel rispetto di se stessi e del cliente. Ci sono voluti 10 anni di ricerca, 25 anni di esperienza e più di 10.000 persone per testarne l’efficacia, ma alla fine lo strumento è pronto. La soluzione c’è: è nel progetto Lavorare Felici in Banca: si chiama >> “Easy Budget”.

Il corso definitivo per imparare le tecniche più innovative attualmente disponibili che ti faranno raggiungere facilmente gli obiettivi commerciali, gestire persone “difficili” e recuperare tempo prezioso per te.

La via è semplice soprattutto se hai un esperto che ti aiuta a farlo.

Serve fare un salto di efficacia.

Attraverso la formazione e l’allenamento.

E allora scegli di essere libero e investi sul tuo benessere.

>> easy budget

Antonio Meleleo


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.